Mensile per il marketing e la valorizzazione del territorio

Registro dei periodici e dei giornali del tribunale di Taranto n.3/06 e registro della volontaria giurisdizione n.1900/05

L’attività della “Fondazione Luca Torricella onlus

di Segretario Generale Lucio Palazzo

10/12/2018 Territorio

Valutazione attuale:  / 1
Scarso Ottimo 
Vota
L’attività della “Fondazione Luca Torricella onlus

La Fondazione Luca Torricella, costituitasi nel 2009 per trasformazione della sezione di Martina Franca della Lilt, opera sul territorio dal lontano 1999.

Nata da un gruppo di amici per iniziativa del notaio Luca Torricella e del compianto dott. Donato Gaita, ha lo scopo di sensibilizzare sull’importanza della prevenzione oncologica, perseguendola nel modo migliore.

L’attività di prevenzione oncologica attuata nel proprio ambulatorio medico, si basa sull’opera di volontariato di numerosi medici specialisti, coadiuvati da personale in pensione dell’Aeronautica militare e da personale femminile idoneo e preparato per rendere più agevole l’effettuazione delle varie indagini mediche.

Nella convinzione di volere diffondere la cultura della prevenzione, la Fondazione ha inteso rendere possibile a tutti l’approccio alle indagini, chiedendo un contributo notevolmente inferiore ai ticket Asl, che sono necessari a copertura degli indispensabili costi di gestione e contenendo al massimo i tempi di attesa per accedere alle visite mediche richieste. Spesso il tempo è determinante nella scoperta di alcune patologie perché siano affrontabili e superabili nel migliore dei modi.

Attualmente la Fondazione, con sede a Martina Franca in via dello Stadio n. 51, è un punto di riferimento sul territorio, con all’attivo circa 15.000 indagini strumentali e diagnosi effettuate all’anno..

L’ambulatorio medico, grazie al contributo dei fruitori e ad un’oculata e attenta gestione, dispone di idonei locali di circa 300 mq e di una dotazione di apparecchiature sanitarie che comprende un mammografo 3D con tomosintesi, n. 3 ecolordoppler, un colposcopio, un elettrocardiografo, un epidermoscopio di ultima generazione per la ricerca del melanoma con la mappatura dei nei.

Le indagini principali sono mammografiche ed ecografiche, comprendendo visite mediche senologiche, urologiche, endocrinologiche, pneumologiche, rettoscopiche, dermatologiche e venose/arteriose.

L’offerta delle prestazioni mediche della Fondazione in ambito oncologico si è andata sempre più ampliando nel tempo e dal 2010, in forza della collaborazione dell’Associazione Amod ha organizzato ed attuato l’assistenza domiciliare gratuita agli ammalati gravi di tumore, avvalendosi del dott. Vito Domenico Pizzigallo, medico specialista nella terapia del dolore, di infermieri professionali e di fisioterapisti.

L’attività svolta annualmente è la dimostrazione di una finalità raggiunta: “la sensibilità individuale per la prevenzione” che a tutt’oggi è ancora l’arma migliore e più efficace per sconfiggere il tumore.

Lascia un commento

Verify Code