Mensile per il marketing e la valorizzazione del territorio

Registro dei periodici e dei giornali del tribunale di Taranto n.3/06 e registro della volontaria giurisdizione n.1900/05

L’evoluzione del credito

Fra riforma del sistema dei Consorzi Fidi e riforma del Fondo Centrale di Garanzia – MCC

di Giorgio Guacci

10/12/2018 Finanza agevolata ed ordinaria

Valutazione attuale:  / 27
Scarso Ottimo 
Vota
L’evoluzione del credito

Una nuovo modo di essere a supporto del sistema delle PMI del territorio: questa la mission di  Lucania Fidi, Consorzio ex art 112 che, pioniere nel settore, nasce  nel 1991 dagli associati della Basilicata  di Casartigiani e che negli ultimi anni ha avuto una importante  evoluzione , operando di fatto in tutta le regioni italiane.

Ne parliamo con il Direttore Commerciale , Dott. Giorgio Guacci, che vanta una larga esperienza nel settore bancario avendo ricoperto ruoli direzionali sia in Istituti di credito nazionali e  che locali maturando una cospicua esperienza territoriale.

Il ns Consorzio ha rivisto nel recente passato (a ridosso della crisi del 2008) la propria operatività e le proprie finalità  stipulando  convenzioni con le   Associazioni di Categoria più rappresentative del territorio ,  tramite le quali assicura agli Associati tutto il  supporto e l’ assistenza utili  all’ottenimento dei finanziamenti,  garantiti poi dallo stesso Consorzio.  I servizi di  consulenza offerti da Lucania Fidi proseguono anche dopo l’erogazione del finanziamento per assicurare al fine di affiancare l’impresa nel perseguimento della migliore organizzazione aziendale  attingendo ai più diversi  servizi connessi alla gestione del credito  per il tramite dei più qualificati partner del mercato.

…. La crisi del 2008, è stata determinata in special modo  dalla globalizzazione e  dal radicalizzarsi dell’utilizzo del web che hanno evidenziato la debolezza strutturale del sistema Europa, schiacciata com’è dal mercato Americano e da quelli  dell’Est, Cina in testa. Debolezza enfatizzata per l’Italia ed in particolare per il Sud, dove il sistema impresa ha subito morie che potremmo definire  ‘drammatiche’ ,  il contenzioso bancario ha toccato soglie superiori al 25% di sofferenze.

…questa situazione ha  portato il management del Consorzio alla decisione di affiancare le proprie aziende  non solo nella concessione dei finanziamenti ma soprattutto nella gestione della relazione con gli istituti di credito post delibera,  nell’intento di  governare ‘le asimmetrie comunicative’ che spesso determinano la degenerazione dei rapporti creditizi, ormai  regolati solo da fredde regole matematiche imposte dal sistema che hanno di fatto espropriato i manager bancari dei poteri di indirizzo e valutazione qualitativa delle aziende.

..le aziende sono di fatto valutate solo sui dati storici e non sulle prospettive  reali   di crescita e di creazione di valore, laddove  il sistema dei rating  mortifica la ripresa già resa complicata  dalle politiche comunitarie  che, in una situazione altamente recessiva, sono impostate ad un sistema  di ‘spending review’ ( distruzione di ricchezza) anziché in un ottica espansiva ispirata alla  metodologia keynesiana (seguendo  l’esempio degli Stati Uniti che ha registrato a crescite di PIL vicino alle due cifre).

…Grazie alla adozione di tale indirizzo, il Consorzio – insieme  alle collegate Associazioni di categoria, ha “preso per mano” le proprie aziende, determinando una crescita dei propri volumi superiore al 20%, in netta controtendenza al resto del mercato .

Importante anello di questo sviluppo è stata la partnership con il gruppo BNP PARIBAS, tramite il network di Banca Artigiancassa, che ha assicurato anche nei momenti di ‘crisi erogativa del sistema bancario ’ una fonte di liquidità per la rete  delle piccole e medie imprese .

 I maggiori punti di forza di questo accordo sono rappresentati dalla velocità nelle risposte e dall’ammontare deii tassi sicuramente fra i più bassi del mercato praticati in favore delle micro e piccole aziende del nostro Sud.

Per il miglior perseguimento dei propri obiettivi , Lucania Fidi ha stipulato ulteriori accordi commerciali:

  • con il RTI Bdm MCC per la concessione di controgaranzie con il Fondo Centrale di Garanzia. 
  • con la Banca del Mezzogiorno , Banca di secondo livello, specializzata nell’erogazione nel Mezzogiorno di Italia 
  • con Basilicata Sviluppo e Puglia Sviluppo 
  • con alcune Banche di Credito Cooperativo del territorio 
  • con altre istituzioni specializzate nel factoring, fidejussioni e cauzioni, leasing operativo, strumentale e immobiliare, noleggio a medio termine

Queste collaborazioni hanno come scopo favorire e  sostenere la ‘creazione di nuove imprese’.

Attività quella di promozione  nei confronti delle start up  stata sempre presente nel Consorzio, in particolare in Puglia, tramite la associazione UPALAP (Unione piccole aziende e lavoratori autonomi pugliesi)  che in tale prospettiva ha già offerto la propria garanzia morale per diverse  operazioni di Microcredito Puglia e di Microcredito MCC,  nonché  attuato , grazie al Suo Presidente che ha interpretato il ruolo di Tutor:

  • a vari programmi di alternanza scuola lavoro in collaborazione con gli Istituti Tecnici di Crispiano e di Taranto.
  • al progetto Taras (gestito dall’Ente di Formazione Programma Sviluppo)  nell’ambito delle iniziative finanziate da  Fondazione per il Sud.
  • al progetto ‘Leonardo da Vinci ‘ nel quadro dei progetti finanziati dalla Comunità Europea per ERASMUS destinato ai ragazzi pronti ad entrare nel mondo del lavoro ( ca. 130 ragazzi in Europa a maturare esperienza nel settore del turismo e del turismo agricolo)
  • al progetto condiviso con l’Associazione VIDES Onlus ed Area Finanza Srl su programma ‘Giovani per il Sociale, finanziato dalla Presidenza del Consiglio, destinato all’inclusione dei ragazzi a rischio dei quartieri Paolo VI e Tamburi per la creazione di nuova impresa

Tutte le attività del Consorzio Lucania Fidi per ottemperare alla normativa vigente sono date in regime convenzionale all’Associazione U.P.A.L.A.P. , ente autonomo di sindacato  datoriale rappresentando sul territorio le proprie aziende associate offrendo alle stesse la rappresentanza  nell’Ente camerale , in questa ottica , si è resa promotrice del cosiddetto ‘Tavolo del Fare’ che ha raggruppato alcune fra le principali Associazioni di Categoria ( Cna , Confesercenti ,Confartigianato e Unsic) inaugurando un modo nuovo di fare sindacato.

Inoltre con il suo team di professionisti offre assistenza in termini di finanziamenti agevolati,di consulenza assicurativa, di controllo di gestione ed organizzazione aziendale, di project financing,  di servizi contabili e fiscali, di contenzioso fiscale  e di gestione del pre contenzioso e del  contenzioso bancario potendo rilevare gli illeciti di natura civilistica ( anatocismo) e penale ( usura).

Ad oggi l’associazione conta circa 400 iscritti ed il Consorzio Lucania Fidi circa 2.000 associati attivi

Giorgio Guacci

Lascia un commento

Verify Code