Mensile per il marketing e la valorizzazione del territorio

Registro dei periodici e dei giornali del tribunale di Taranto n.3/06 e registro della volontaria giurisdizione n.1900/05

Cos定 un musicista dal punto di vista normativo

di Mariangela Palazzo

01/12/2018 Diritto in Pillole

Valutazione attuale:  / 0
Scarso Ottimo 
Vota
Cos定 un musicista dal punto di vista normativo

Il musicista è un artista che svolge un’attività classificabile tra quelli di lavoro autonomo, art 2222 e s del c.c. come qualsiasi altro professionista intellettuale.

Se lo fa per hobby in modo sporadico ed occasionale l’attività va dichiarata quale prestazione di lavoro autonomo occasionale e dovrà rilasciare una ricevuta non fiscale con marca da bollo de € 2.

Se pur occasionale ma produttore di reddito superiore a € 5.000,00 nell’anno solare, avrà l’obbligo del versamento dei contributi previdenziali, gestione ex Enpals,  nella misura del 9,19% che gli sarà trattenuta e versata dal committente unitamente alla R.A.

Se si trasforma in abituale, se pur secondaria rispetto ad altre attività esercitate, il musicista produrrà reddito di lavoro autonomo ai sensi dell’art 53 del Dpr 917/86  e dovrà richiedere partita iva.

L’iva varia a seconda dell’attività svolta.

  • La licenza dei diritti d’autore è esclusa da iva ai sensi dell’art. 3 com. 2 del DPR 633/72 se è posta in essere dallo stesso autore.
  • Concerti vocali strumentali. Se l’esecuzione musicale è uguale al 50% della durata complessiva dell’esecuzione musicale, l’attività è classificabile quale spettacolo ed è assoggettata ad Iva ordinaria ai sensi dell’art 74-quater Dpr 633/72, anche se effettuata in discoteca, teatro o concerto. Prestazione musicale di qualsiasi genere anche utilizzo di musica pre-registrata è soggetta all’imposta sugli intrattenimenti ed all’iva. (esempio Dj Set in un locale e/o orchestra in un ristorante).
  • Manifestazioni spettacolistiche. I concerti vocali e strumentali e le manifestazioni teatrali o spettacolistiche (aliquota ridotta al 10%) e lo sono quando vi è l’esecuzione dei brani musicali secondo un programma prestabilito) la prestazione è finalizzata all’ascolto della musica.
  • L’attività di intrattenimento nei locali è soggetta ad iva del 22%.
  • Le attività didattiche sono esenti iva ai sensi dell’ art 10 Dpr 633/72 se rese da insegnanti a titolo personale.

PREVIDENZA

Il musicista che apre partita iva è obbligato all’iscrizione alla gestione ex Enpals.

Categorie:

- cantante;

- disc- jokey;

- musicista.

L’iscrizione all’ ex Enpals da diritto a richiedere il certificato di agibilità, necessario prima dello spettacolo, e successivamente a compilare la denuncia contributiva e versare i contributi in maniera autonoma

Il musicista avrà una matricola ed un pin e consegnerà all’Inps il mod 032/AUT in forza della circolare n. 17 del 2004.

Il contributo è composto da:

33% del compenso pattuito di cui il 9,19% a carico del lavoratore ed il 23,81% a carico del committente (sia se lavoratore autonomo che dipendente).

 

CASI DI ESONERO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ

Se la prestazione è svolta da giovani fino a 18 anni, studenti fino a 25 anni, pensionati di età superiore a 65 anni e da lavoratori dipendenti e nell’anno non superano gli € 5.000,00 si rientra nell’esenzione contributiva per esibizioni musicali dal vivo rese nell’ambito di spettacoli, manifestazioni di intrattenimento o di celebrazioni popolari o folkloristiche.

L’esenzione non è applicabile al DJ.

L’esclusione opera per manifestazioni organizzate ai fini socio- educativi da Aps, purché non si riscontri una vera e propria attività di spettacolo.

 

E-COMMERCE VENDITA DI BRANI

È un’attività commerciale a tutti gli effetti con gestione Inps commercianti.

Lascia un commento

Verify Code